Maruska & Adamo
24 maggio 2013
Sono passati 4039 giorni dal nostro matrimonio

Fedi nuziali

Le fedi nuziali sono da sempre il simbolo principale, nonché quello visibilmente duraturo, di un matrimonio. Quando il giorno dopo la cerimonia ci si sveglia, quando si torna a lavoro e alla vita di tutti i giorni, il simbolo più evidente è quell'anello che si porta all'anulare della mano sinistra (anche se nell’Italia del Sud a volte si vede la fede nuziale alla mano dell’uomo a destra…chissà come mai…non abbiamo trovato notizie su questo fatto …curioso!)

Le fedi nuziali devono rispecchiare in qualche modo voi ed il vostro amore: è quindi bene scegliere insieme questo prezioso simbolo e tenere a mente che dovrà durare tutta una vita! Le fedi sono, infatti, un simbolo divenuto indissolubile dal concetto stesso di matrimonio, rappresentando, nella loro perfezione sferica, l'unione delle vite di due persone innamorate in una sola.

Il galateo del matrimonio prevede che le fedi siano pagate dallo sposo (noi che viviamo insieme…ce le siamo regalate), e l'arduo compito di portarle in chiesa spetterebbe al testimone maschio principale (sempre dello sposo).

Nel nostro caso, le fedi saranno portate – sistemate su un cuscino (rigorosamente della stessa stoffa e dello stesso colore dell’abito della sposa) e portate dal nostro paggetto Simone, figlio dei carissimi amici Michela & Alberto.

Data la loro importanza, la scelta delle fedi matrimoniali deve essere fatta in due.
Anche se ad oggi c'è anche chi le sceglie in platino, la tradizione vuole che le fedi siano in oro. Sono molte le varianti tra cui scegliere: esistono infatti diversi modelli e sempre più si diffonde l'abitudine di usare l'oro bianco o un intreccio di entrambi, oppure si usa adornare l'anello con pietre preziose.

È consuetudine incidere all'interno degli anelli la data delle nozze e i nomi degli sposi (il nome di lei nella fede di lui e viceversa).

Il galateo del matrimonio non prevede obblighi particolari in merito alla scelta delle fedi matrimoniali: come sempre è consigliabile seguire il proprio gusto personale e ricordarsi che gli anelli nuziali devono durare tutta la vita, per cui le pietre potrebbero staccarsi e materiali non ottimi potrebbero richiedere spese extra in futuro per la pulitura.

La storia delle fedi nuziali è legata a quella più generica di "usare" gli anelli come simbolo di un qualcosa. Gli antichi egizi, ad esempio, saldavano agli anelli dei sigilli raffiguranti scarabei e geroglifici, mentre i greci indossavano cerchietti d'oro con cammei o incisioni. Presso gli antichi romani l'uso di questi monili era regolato dalla legge: gli anelli dei cittadini liberi erano d'oro, quelli degli schiavi liberati d'argento e quelli degli schiavi di ferro.

Anche i cristiani ben presto presero l'abitudine di utilizzare questi gioielli e dal Medioevo in avanti venne adottata la pratica della consegna di un anello a re e vescovi durante la cerimonia di incoronazione o consacrazione.


Per tradizione, i pontefici ricevono tuttora il cosiddetto "anello piscatorio", raffigurante la barca di san Pietro contornata dal nome del Papa. L'anello, utilizzato per sigillare le epistole papali, viene spezzato alla morte del pontefice.

La popolarità di questo tipo di ornamento raggiunse il culmine nel XVI secolo, periodo in cui si amava indossare su ciascun dito uno o più anelli, dotati di sigillo o più spesso impreziositi da pietre.

Gli anelli nuziali e di fidanzamento hanno origini molto antiche. L'anello compare infatti già in epoca barbarica, dove per suggellare la promessa d'amore le coppie si scambiavano un' anello in segno di fedeltà.
Nell' epoca Romana si distinse l'anello di fidanzamento, detto "anulus pronubus", che serviva a suggellare la promessa di matrimonio, dall'anello nuziale, detto invece "vinculum". Il vincolum romano, fatto di ferro (raramente d'oro o d'argento) inizialmente veniva indossato solo dai maschi, ma presto venne esteso anche alle donne. Le matrone romane sfoggiavano fedi nuziali cui era talvolta applicata una piccola chiave, segno della loro autorità nella famiglia.

La consuetudine, sia maschile che femminile, di indossare un anello dopo il matrimonio si affermò del tutto solo a partire dal XVI secolo, mentre l'abitudine di incidere i nomi degli sposi e la data delle nozze all'interno di questo risale al Settecento. L'uso dell'oro come materiale, al posto del ferro, per la fabbricazione della fede nuziale, si deve all'influenza cristiana, per cui l'oro è da sempre simbolo di eternità.

Tipi di fede nuziale

Le fedi non sono tutte uguali.

Si può scegliere la classica in oro giallo o la più “moderna” in oro bianco; potrete scegliere di intrecciare diverse tipologie di oro o potrete decidere di aggiungere una pietra. Alcune coppie scelgono infine di mettere la pietra all'interno delle fedi, come simbolo di un amore intimo che solo loro sentono. Molti sono gli stilisti che si sono dilettati sul design di anelli nuziali: Gucci, Bulgari, Cartier e Tiffany hanno infatti dato vita alla moda delle “fedi griffate”…..così come griffati sono i loro prezzi…a volte decisamente proibitivi.

Ecco un elenco dei diversi tipi di fede:

  • · Classica, tonda e smussata
  • · Francesina, sottile e leggermente bombata
  • · Etrusca, piatta e decorata da scritte bene auguranti per gli sposi
  • · Mantovana, più alta e più piatta e di solito più pesante
  • · Platino, molto rara e costosa e poco usata
  • · Bicolore, costituita da due cerchi intrecciati di oro giallo e bianco
  • · Sarda, decorata come un pizzo chiacchierino
  • · Tricolore, costituita da tre cerchi intrecciati di oro rosso, giallo e bianco
  • · Unica, con un diamante incastonato
  • · Ebraica, in filigrana smaltata con decorazione di perline
  • · Umbra, con l'incisione del volto di una donna o di una coppia divisi da un bouquet di fiori
  • · Ossolana, proveniente dalla Valle Ossola, l'espressione più significativa dell'antica tradizione orafa della zona. Essa riporta 4 significativi simboli: la stella alpina che raffigura la purezza, il grano saraceno la prosperità, i nastri intrecciati la perpetuità dell'unione ed infine le mezze sfere augurio di prolificità
  • · Fede Incrociata, a più cerchi, dal design molto moderno. Di solito i vari cerchi che compongono l’anello sono di diversi colori d’oro.

Fede come Dea della lealtà

La parola fede, dal latino “fides” vuol dire fedeltà. Fede è anche il nome della dea romana personificazione della lealtà. Il concetto di fides come fedeltà, inizialmente aveva lo scopo di consacrare, con un atto religioso, la fedeltà del cittadino all'ordinamento dello Stato Romano.

Il Claddagh Ring

Il Claddagh Ring è il tradizionale anello nuziale irlandese, usato anche come simbolo di amore, lealtà, amicizia, e fratellanza. È costituito da due mani che tengono un cuore sormontato da una corona. Le mani simboleggiano l'amicizia, il cuore l'amore e la corona la lealtà.


In Irlanda lo scopo per cui questo anello viene scelto è manifestato dal modo in cui l’anello viene indossato. Infatti, il Claddagh Ring può simboleggiare sentimenti diversi:

  • · Amicizia/libertà: mano destra, con la punta del cuore rivolta verso le dita;
  • · Matrimonio: mano sinistra, con il cuore puntato verso il polso;
  • · Fidanzamento: mano destra con il cuore puntato verso il polso;
  • · Rifiuto dell'Amore/Vedovanza: mano sinistra, con la punta del cuore verso le dita.

 

LA NOSTRA FEDE……PER ORA DICIAMO SOLO CHE E’ IN ORO BIANCO!

 

Le nostre fedi..non convenzionali.... sono state acquistate presso la Gioielleria Muscetti di Barzanò!


Crea ora il tuo Wed Site!